Progetto Arduino

Utilizzo del sensore di temperatura LM35 con Arduino

Il sensore LM35 legge la temperatura e la converte in dati analogici. Quando leggiamo e interpretiamo dati analogici come abbiamo fatto nella nostra applicazione LDR, misuriamo la temperatura dell’oggetto lì o al quale è collegato l’LM35. È possibile misurare tra -55 ° C e + 150 ° C con LM35. Funziona linearmente, cioè funziona con una sensibilità di 10mV / ° C aumentando la tensione in uscita alla stessa velocità con cui la temperatura aumenta. LM35 ha tre gambe. La parte tagliata sul sensore è anche quando guardi la parte scritta dal davanti, la gamba destra è negativa (-), la gamba sinistra è positiva (+) e la gamba centrale è l’uscita del segnale. Colleghiamo la gamba positiva del sensore a + 5V e la gamba negativa a GND. Quando si utilizza il buzzer, evitiamo che il buzzer venga danneggiato mettendo resistenza come quando si utilizza il LED. Colleghiamo il polo positivo del buzzer al pin numero 9 della nostra scheda Arduino tramite il resistore. Colleghiamo la gamba negativa del buzzer alla linea GND. Colleghiamo la gamba positiva del LED all’8 pin della tua scheda Arduino attraverso il resistore e la gamba negativa alla linea GND. Il nostro periodo è terminato.

Materiali necessari:

  • Arduino uno
  • Breadboard
  • 9 cavi jumper maschio-maschio
  • Sensore di temperatura LM35
  • LED rosso da 5 mm
  • 2 pezzi 330 Ohm (arancione-arancione-marrone)
  • Cicalino

int lm35Pin = A0;
int led = 8;
define buzzer 9
int zaman = 50;
int okunan_deger = 0;
float sicaklik_gerilim = 0;
float sicaklik = 0;
void setup()
{
pinMode(led,OUTPUT);
pinMode(buzzer,OUTPUT);
Serial.begin(9600);
}
void loop()
{
okunan_deger = analogRead(lm35Pin);
sicaklik_gerilim = (okunan_deger / 1023.0)*5000;
sicaklik = sicaklik_gerilim /10.0;
Serial.println(sicaklik);
if(sicaklik >= 30){
digitalWrite(led,HIGH);
digitalWrite(buzzer,HIGH);
delay(zaman);
digitalWrite(led,LOW);
digitalWrite(buzzer,LOW);
delay(zaman);
}
else{
digitalWrite(led,LOW);
digitalWrite(buzzer,LOW);
}
}

Diagramma dei pin

Quando andiamo alla parte del codice, “int lm35Pin = A0;” Chiamiamo il pin A0 “LM35Pin” con la linea. Nella seconda riga diamo nuovamente il nome della tappa numero 8 “led”. Nella terza riga, abbiamo eseguito il processo di denominazione ilse utilizzando il comando “#define”. Non c’è differenza tra le due definizioni in termini di utilizzo in questo codice. Nelle applicazioni più avanzate, sarai in grado di comprendere la differenza tra i comandi “int” e “#define” nel tempo. Abbiamo determinato le variabili “time” e “read value” che useremo nel nostro codice come numeri interi utilizzando la variabile “int”. Abbiamo definito le variabili “temperature_voltage” e “temperature” in modo che possano assumere valori numerici puntati utilizzando il tipo di variabile “float”.

Dopo aver impostato le nostre 2 gambe di output nella sezione Setup e avviato la comunicazione seriale, possiamo passare alla sezione loop dove funzionerà il nostro codice principale.

La prima cosa che dobbiamo fare nella sezione loop è leggere dal pin A0 e convertire il valore di tensione che abbiamo letto in un numero che possiamo interpretare in Arduino. Esegui questa operazione sulle prime tre righe del ciclo e seleziona “Serial.println (temperature);” Osserviamo il valore di temperatura che scriviamo nella variabile “temperature” con il comando su monitor seriale. Abbiamo visto come viene utilizzato il monitor seriale nei nostri progetti precedenti.

Quando la temperatura supera i 30 ° C, vogliamo che avvisi sia con il cicalino che con il LED. Per questo motivo controlliamo se la temperatura è maggiore del valore che vogliamo con il comando if sulla 22a riga. Se è superiore a 30 ° C, buzzer e LED ci avviseranno con intervalli intermittenti. Se la condizione è maggiore di 30 ° C sulla 22a riga, i comandi del cicalino e del LED spento sotto l’istruzione “else” sulla 30a riga funzioneranno.

Mostra di più

Articoli Correlati

Başa dön tuşu
Kapalı